Divisione accessori a +8,3%

Aeffe a quota 351,4 milioni di euro nel 2019 (+1,4%)

Il gruppo Aeffe, a cui fanno capo marchi come Moschino, Alberta Ferretti, Philosophy di Lorenzo Serafini e Pollini, archivia il 2019 con ricavi pari a 351,4 milioni di euro, in aumento dell'1,4% rispetto ai 346,56 milioni dell'anno precedente. A parità di tassi di cambio il fatturato crescerebbe dell'1,2%.

Dal punto di vista merceologico, il turnover della divisione prêt-à-porter si è attestato a 262,2 milioni, registrando un calo dell’1,3% a cambi correnti rispetto al 2018, mentre il business delle calzature e della pelletteria ha segnato un +8,3%, a cambi sia costanti sia correnti, raggiungendo quota 128,2 milioni di euro.

Nel 2019 le vendite sul mercato italiano si sono ridotte del 4,5% a 160,9 milioni di euro, mentre in Europa hanno riportato una progressione dell’8,1%, trainata in particolare dal buon andamento di Inghilterra, Germania ed Europa orientale.

Bene anche l'Asia e il resto del mondo, dove il gruppo ha conseguito un giro d'affari di 86 milioni di euro, con un’incidenza sul fatturato del 24,5%, in aumento del 7,5% a cambi costanti rispetto al 2018, grazie soprattutto al buon andamento di Cina e Corea, cresciute, rispettivamente del 7,2% e del 14,6%.

Continua a non performare al meglio l'America (-4,5%), anche se il giro d'affari resta comunque marginale (5% del fatturato).

«Giudichiamo positivamente l’andamento dell’esercizio 2019, alla luce dell’incertezza macroeconomica e della scelta di rendere più efficiente il network dei clienti multibrand in Cina attraverso interventi di razionalizzazione», commenta Massimo Ferretti, presidente esecutivo di Aeffe.

Nella foto, una sfilata di Moschino, il marchio che contribuisce maggiormente alle vendite di Aeffe

an.bi.
stats