lo stilista sarebbe tra i papabili per rochas

Aeffe e Cédric Charlier si dividono: stop all'intesa attiva dal 2012

Dopo otto anni le strade di Aeffe e Cédric Charlier si dividono. La licenza che legava l’azienda italiana – che controlla Alberta Ferretti, Moschino, Philosophy e Pollini - e il marchio dello stilista belga non è infatti stata rinnovata.

L’accordo, giunto a naturale scadenza, era attivo dal 2012 e riguardava la produzione e la distribuzione a livello mondiale del womenswear.

Nel 2017 il creativo aveva ampliato l’offerta con il menswear, in seguito congelato. Il brand è oggi attivo con circa 150 negozi, in primis negli Stati Uniti, suo mercato di riferimento.

Dopo aver partecipato per un periodo alla fashion week milanese, nel settembre 2018 la griffe è tornata a sfilare a Parigi, dove ci sono i suoi headquarters, anche se a questa edizione della settimana della moda francese non è presente.

Resta dunque da capire quali possono essere i futuri progetti di Cédric Charlier, finito nelle scorse settimane in mezzo ai rumors riguardanti il toto nomine per la direzione creativa di Rochas, alla ricerca di un sostituto di Alessandro Dell’Acqua.

a.t.
stats