new entry dal fast fashion dopo david savman (ex H&M)

Calvin Klein: arriva da Inditex la nuova global brand president Eva Serrano

Continua ad arricchirsi di nuove tappe il percorso di rilancio denominato Pvh+, avviato lo scorso aprile dal ceo Stefan Larsson. Arriva in azienda direttamente dalle fila di Inditex e con il ruolo di global brand president Eva Serrano.

La manager si insedierà nel nuovo ruolo a partire dal prossimo marzo e riporterà direttamente a Larsson, che ha gestito il marchio da quando Trish Donnelly ha lasciato la poltrona di ceo di Pvh Americas e di Calvin Klein Global lo scorso agosto.

Con un trascorso di quasi 20 anni nelle fila del gigante del fast fashion iberico, Serrano ha rivestito come ultimo incarico quello di presidente per la Greater China di Inditex, ma prima di allora si è occupata di varie aree del business legate all’azienda spagnola, dal prodotto al marketing, dalla consumer experience alla supply chain.

Porta dunque con sé un bagaglio strategico per Calvin Klein, che insieme a Tommy Hilfiger rappresenta la colonna portante di Pvh.

Come ha dichiarato Larsson, al top executive è «una leader in grado di guidare la crescita del marchio nei mercati globali, che sa come connettersi con il consumatore e cosa serve per imporsi nel mercato». La sua esperienza, ha proseguito, «sarà fondamentale per sbloccare il pieno potenziale globale di Calvin Klein».

Nel suo curriculum Serrano annovera una laurea in gestione turistica alla Geta Business School in Spagna e ha conseguito un diploma post-laurea in Digital Social Media Marketing presso la Hku Business School. Nel 2022 ha completato sia il Master, Global Executive Program alla Tsinghua University in Cina, sia l'Advanced Management Leadership Program alla Säid Business School dell'Università di Oxford. Nel 2021 è stata premiata con il Best Entrepreneurs Award Shanghai in Cina.

Non si tratta dell’unica new entry strategica recente in Pvh. Nelle fila del gruppo Larsson ha cooptato un altro manager in arrivo dal fast fashion: si tratta di David Savman, veterano di H&M, assunto con la carica di vicepresidente esecutivo e chief supply chain officer.

Larsson, come si diceva, è in corsa con il progetto di rilancio Pvh+, con cui si è concentrato sugli “hero” product, lavorando su aspetti come consumer engagement, online e su un modello operativo data driven.

Il rapporto di licenza di lunga data del womenswear con G-III Apparel, che dovrebbe concludersi entro il 2027, non sarà rinnovato: il business sarà riportato in house, con l’obiettivo di sfruttare al meglio il potenziale del marchio nel segmento femminile a livello di progettazione del prodotto, di assortimento, nella politica dei prezzi, nel mix di canali e nella supply chain.

c.me.
stats