Dopo dieci anni in stand by

Cristina Calori di Wp Lavori in Corso pronta per il rilancio di Avon Celli

Nuove sfide al via per Cristina Calori. L'imprenditrice bolognese, presidente di Wp Lavori in Corso, ha appena "scongelato" il brand di maglieria storico Avon Celli, che aveva acquisito dieci anni fa. Ed è pronta per il debutto con la Spring-Summer 2022.

Alleggeritasi del carico di Woolrich, ceduto nel 2018 al fondo lussemburghese L-Gam, Cristina Calori punta ad arricchire il parterre di brand sotto la sua gestione. Parliamo delle label di proprietà Baracuta e BD Baggies e di Barbour e Blundstone, di cui segue la distribuzione.

Con Avon Celli è il momento di espolorare inediti territori, fuori dal mondo sport-outdoor a lei famigliare.

Per questo, si legge su wwd.com,  ha deciso di tenere separate le etichette di Wp Lavori in Corso, affidando la distribuzione di Avon Celli alla showroom milanese 247, che parte proprio in questi giorni con la primavera-estate 2022.

Fondata a Milano nel 1922 da Pasquale Celli, Avon Celli ha raggiunto il picco del successo negli anni Novanta, quando l'azienda produceva anche collezioni per marchi del lusso come Christian Dior e Yves Saint Laurent.

Anche se il brand storicamente è più legato al menswear, Calori ha deciso di dare pari peso nell'offerta a uomo e donna, con circa 20 capi per ciascuna, tutti di maglieria.

La collezione primavera 2022 dell'etichetta, che sarà venduta anche sullo store online del marchio al via il prossimo a febbraio, avrà prezzi tra i 400 e i 1.000 euro.

c.me.
stats