dopo tre anni

Paula Cademartori esce dal Gruppo Otb

«È arrivato il momento di esplorare con il mio marchio nuovi orizzonti in autonomia»: così Paula Cademartori (nella foto), commentando l'uscita dal Gruppo Otb, a tre anni esatti dall'inizio della partnership tra l'azienda guidata da Renzo Rosso e la stilista italo-brasiliana.

Cademartori riprende dunque il controllo del brand di borse, accessori e pelletteria, in seguito a una separazione che sembra consensuale.

«Desidero ringraziare Otb per l'impegno e il supporto di questi anni - dice la designer -. È stata una collaborazione importante per la mia crescita professionale, da cui ho imparato molto, ed è stato inoltre un piacere lavorare con Renzo, una persona e un imprenditore che ammiro».

Il patron del colosso veneto da 1,439 miliardi di euro di ricavi consolidati nel 2018, dal canto suo, si dice convinto che «la determinazione di Paula le permetterà di raggiungere nuovi obiettivi. Le auguro tutto il successo che merita».

Della scuderia di Otb fanno parte Diesel, Maison Margiela, Marni, Viktor&Rolf e Amiri, oltre alle società Staff International e Brave Kid, quest'ultima focalizzata sulla moda infantile.

A inizio 2019 la holding ha varato un piano di sviluppo industriale, che prevede investimenti per oltre 200 milioni di euro in un triennio, volti ad accelerare la crescita delle label in portafoglio.

Nei mesi scorsi, inoltre, il gruppo ha aumentato al 70% la partecipazione in Viktor&Rolf, investendo in parallelo nella label losangelina del lusso Amiri, fondata da Mike Amiri nel 2014.

a.b.
stats