Dopo un primo nulla di fatto

Stefanel: il 20 novembre nuova scadenza per la vendita degli asset

Serve più tempo per la cessione degli asset di Stefanel, gruppo in amministrazione straordinaria dal settembre 2019 e messo in vendita dal 18 giugno di quest'anno. Vendibili, anche separatamente, sono la business unit Stefanel con il marchio (nella foto, un look autunno-inverno 2020/2021), lo stabilimento di Ponte di Pieve e una trentina di negozi in Italia, nonché la business unit Interfashion, che produce il womenswear a marchio High.

Le due offerte vincolanti presentate lo scorso settembre - una avente ad oggetto entrambe le unità e l’altra la sola business unit Stefanel - non sono andate a buon fine e ora il commissario straordinario Raffaele Cappiello ha fissato al 20 novembre prossimo la scadenza, per inviare nuove manifestazioni di interesse. 

Dopo l'estate si era vociferato dell’interesse da parte di una società di diritto britannico formata da società del private equity, fra cui il fondo francese Argenthal Capital e di una cordata italiana formata da investitori privati. 

Di certo si sa che le offerte esaminate da Cappiello sono risultate "non conformi ai requisiti previsti nel Disciplinare e inidonee a soddisfare gli obiettivi perseguiti dall’amministrazione straordinaria". Di conseguenza, "non si è proceduto all’aggiudicazione della procedura competitiva, finalizzata alla vendita del compendio aziendale Stefanel".
e.f.
stats