e-commerce

JD.com sfida Alibaba e debutta nel luxury con la piattaforma Toplife

Scontro fra titani per accaparrarsi i consumi dei Paperoni cinesi. Dopo che lo scorso agosto il big dell'online Alibaba ha lanciato il suo Luxury Pavillion, JD.com replica con una shopping platform dedicata all'haut de gamme, battezzata Toplife.

 

Il nuovo website sarà sinonimo di un'offerta a 360 gradi, dall'abbigliamento agli accessori, dai gioielli agli occhiali, dalla salute al beauty, dall'home furnishing all'elettronica, con il minimo comune denominatore di un prodotto deluxe.

 

Rispetto a Luxury Pavillion (nel portale Tmall) del colosso di Jack Ma, Toplife sperimenta una versione in grado di assicurare maggiore autonomia ai brand che vi aderiscono (sia a livello di comunicazione che di distribuzione), con l'obiettivo di garantire un'esperienza online esclusiva come quella offline: «Lavorando con Toplife - ha dichiarato Richard Liu, chairman e cedo di JD.com (nella foto) - i luxury brand internazionali dialogheranno con i loro clienti in Cina attraverso una shopping experience precedentemente possibile solo per i negozi fisici».

 

A credere nel progetto sono per il momento brand dell'alto di gamma come, per citarne alcuni dell'area fashion, La Perla, Emporio Armani, Rimowa e Trussardi, ma la lista è pronta allungarsi, promette la società, in parallelo con la maggiore importanza che il digitale è destinato ad avere in futuro.

 

Come scrive wwd.com, attualmente solo l'8% degli acquisti deluxe sono fatti sul web nella Repubblica Popolare, ma in base all'ultimo report stilato da Bain & Co. questo numero potrebbe salire sulla scorta del progressivo aumento del potenziale di spesa dei Millennials, della crescita della classe media e dell'avanzata della nuova classe di donne lavoratrici.

 

stats