E-commerce in progress del 16,4%

Record di vendite per il gruppo Goldwin nel fiscal year (760 milioni di euro). E nel prossimo crescerà ancora

A dispetto della diffusione della variante Omicron e delle criticità sulla ribalta internazionale, il gruppo giapponese Goldwin ha archiviato un anno fiscale da record.

Nel 12 mesi chiusi a marzo 2022 il player, che ha in portafoglio per il mercato giapponese marchi come The North FaceHelly HansenEllesse e Woolrich (di cui dal 2017 detiene anche il 20%), ha raggiunto il picco di vendite, con un fatturato di 98,2 miliardi di yen, pari a 762 milioni di euro (+8,6%). 

Primato anche per l'utile ordinario, che ha superato per la prima volta il livello di 20 miliardi di yen (155 milioni di euro) e utile netto, in progress del 30% su base annua. L'e-commerce in particolare ha registrato una crescita del 16,4% su base annua, arrivando a pesare il 13,4%, con un rafforzamento del modello omnicanale sui Dos (164 a livello globale). 

E per il prossimo anno fiscale, spiega una nota, è prevista un’ulteriore crescita dell’8%, che dovrebbe portare a un totale di 106 miliardi di yen, ossia 822 milioni di euro. Previsti in evoluzione anche i profitti, nonostante l'impennata dei prezzi delle materie prime e l'aumento dei costi che deriva anche all’impiego di materiali ecocompatibili, secondo il piano Play Earth 2030 presentato nel 2021, che punta a toccare oltre il 90% di prodotti eco friendly entro quella data. 

Nello specifico, per quanto riguarda il marchio Goldwin, per la Fall/Winter 22 il 50% degli stili saranno prodotti con materiali sostenibili e nella Spring/Summer 2023 si salirà al 65%.

L’etichetta è impegnata in un piano di sviluppo internazionale che mira all’America, all’Europa e alla Cina, con la previsione di mettere a segno un +40% delle vendite nel 2022. 

In Cina il marchio ha inaugurato lo scorso dicembre un flagship nel mall Taikoo Li Sanlitun di Pechino, il terzo punto vendita all'estero e il primo diretto in Cina.

Sul mercato italiano è presente da alcune stagioni in multimarca selezionati, tra cui Folli FollieSotf, i Wp StoreSpectrum Graffiti e Macondo

Per la prossima Fall-Winter 2022 si prepara a lanciare il progetto pinnacle Goldwin 0, piattaforma che ha l'obiettivo di raggiungere impatto zero sulla Terra, grazie a una collezione disegnata da Julia Rodowicz e Jean-Luc Ambridge, in collaborazione con il team Goldwin e lo studio londinese OK-RM. Una proposta, spiega una nota, «cha le sue radici nell’heritage sciistico del marchio e spinge l’acceleratore sull’innovazione tecnica, con colori, silhouette e dettagli che si ispirano alla natura».

Tra i materiali utilizzati ci saranno lana Mulesing free, nylon e poliestere riciclati e materiali da rifiuti oceanici rigenerati, oltre ai nuovi tessuti dell’azienda biotecnologica Spiber, tra cui Brewed Protein, prodotto dalla biomassa di origine vegetale, per shell jackets, denim e maglieria.

Tutti i prodotti sono realizzati in Giappone per ridurre la carbon footprint nella produzione. Per aumentare la durata dei capi sempre in un approccio sostenibile, Goldwin proporrà in tutto il modo un servizio di repair presso la fabbrica di Toyama.

Fondato nel 1951, il gruppo Goldwin è quotato alla Borsa di Tokyo.

c.me.
stats