esportazioni

Il beachwear corre in Germania e UK. Ma la Brexit potrebbe rimescolare le carte

Nel 2015, secondo Sistema Moda Italia, l'export di costumi da bagno è aumentato del 2,6%, raggiungendo quota 133 milioni di euro, con le importazioni a 181 milioni (+16,4%). Il settore ha sviluppato un fatturato di 459 milioni di euro, con una crescita in valore del 2,2% ma una contrazione in volume del 4,1%.

 

Nel primo trimestre 2016 le esportazioni di underwear, maglieria intima e costumi da bagno hanno superato i 350 milioni di euro, +0,7% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, mentre i risultati in volume danno un +40,3%. Tra i principali clienti Germania, Francia e Spagna, con un'incidenza sul fatturato rispettivamente dell'11,3%, 10,4% e 10%.

 

Nel periodo considerato, l'export verso la Germania ha registrato un balzo in avanti a valore del 15,4%. A doppia cifra anche l'incremento delle vendite nel Regno Unito (+17,4%), vedremo solo a consuntivo gli effetti della Brexit (nella foto, la passerella di Maredamare).

 

 

stats