Fatturato a +25%

Zegna Group cresce double digit nel primo quarter. Outlook positivo per l’anno, nonostante le incognite

Primo trimestre a ritmo vivace per il Gruppo Zegna, che ha chiuso il periodo con un giro di affari di 377,6 milioni di euro, in progress del 25,4%. Vola il mercato statunitense, in progressione del 97,2%.

In particolare il marchio Zegna ha registrato un giro di affari di 285,5 milioni di euro (+27,1%), con significative performance in tutte le linee di prodotto. Cresce double digit anche Thom Browne (+22,3%) a quota 98,1 milioni di euro, con risultati positivi sia sul canale wholesale che nel dtc.

Per quanto riguarda le singole arre geografiche, il Nord America evidenzia una progressione del l’85,1% a 61,8 milioni, grazie alla forte domanda relativa al marchio Zegna negli Stati Uniti, dove il fatturato è schizzato al +97,2%.

L’America Latina è quasi raddoppiata grazie ai ricavi del canale direct-to-consumer del marchio Zegna. Buono il risultato anche nell'area Emea, in salita del +38,9% a 134,5 milioni, grazie soprattutto ai buoni risultati negli Emirati Arabi Uniti. Bene anche Regno Unito e Francia.

Nell’area Asia-Pacific, invece, la Cina è stata rallentata dalle nuove restrizioni legate al Covid, mentre il resto della regione ha riportato una crescita del 27,8%.

A livello di canali, il Dtc è salito del 23,1%, per un totale di 218 milioni di dollari, con risultati simili per Zegna e Thom Browne, mentre il wholesale è aumentato del 31,4%

Come ha spiegato Gildo Zegna, presidente e ceo del gruppo: «Il 2022 è iniziato bene, ma ora lo scenario sembra più impegnativo a causa delle incertezze geopolitiche, economiche e sanitarie. Entrambi i nostri marchi stanno gestendo bene queste sfide e continueremo a perseguire gli obiettivi strategici prefissati».

«Il nostro è un viaggio pluriennale. Gli teniamo fede e siamo fiduciosi nella forza dei nostri marchi», ha aggiunto Gildo Zegna.

Per quanto riguarda le previsioni per l’esercizio fiscale in corso, infatti, immaginando che la guerra in Ucraina non peggiori o che non si ampli geograficamente, che la pandemia in Cina si normalizzi prima dell'estate e che non sorgano altri eventi imprevisti, Zegna prevede una leggera crescita dei ricavi e un miglioramento dell’ebit rettificato.

Il gruppo ha in programma un investor day il 17 maggio presso l'Oasi Zegna, dove svelerà i propri obiettivi di sostenibilità e fornirà un aggiornamento su strategia e obiettivi futuri.

Intorno alle 17 di oggi le azioni di Zegna valgono 9,6 dollari, in calo del 2,4% rispetto alla seduta di ieri.

c.me.
stats