fiscal year 2015

Cover 50: fatturato +4%, profitti in lieve calo. Obiettivo, crescita sostenibile

In sede di approvazione di bilancio, il cda della torinese Cover 50, specializzata nel settore pantaloni, ha proposto la distribuzione di un dividendo pari a 50 centesimi per azione, corrispondente a uno yield del 3,5% circa e a un payout ratio del 55%. Il giro d'affari mette a segno un +4%, mentre il risultato netto subisce un leggero calo.

 

Il presidente della società, Pierangelo Fassino, ha sottolineato come l'esercizio 2015 sia stato caratterizzato da risultati in linea con le aspettative e prospettato per il futuro di «proseguire il percorso di crescita sostenibile e redditizia».

 

Nell'anno i ricavi hanno raggiunto i 24,688 milioni di euro (+4%), con un incremento delle linee PT01 (+4%) e del nuovo progetto donna firmato PT01 Woman Pants (+19%) e un' un'incidenza complessiva dell'export sulle vendite pari al 59%.

 

In calo del 5,7% PT05, «a causa - si legge in una nota - di un cambiamento di strategia, finalizzato ad attribuire al prodotto una maggiore identità, che darà i risultati previsti nel medio termine».

 

Le performance più soddisfacenti sono state registrate in Italia (+7,9%) e nell'extra UE (+5,4%): in particolare in Giappone, Canada, Corea, Turchia e Stati Uniti, dove è stata da poco costituita la PT Usa Corp., con headquarters a New York.

 

In aumento del 7% il margine di contribuzione, che sfiora i 12 milioni di euro, mentre frena l'ebitda, scendendo a 6,3 milioni (-7,2%), «prevalentemente per effetto dell'impennata dei costi di comunicazione e marketing (+163%) e dell'inserimento nell'organico di nuove figure professionali».

 

Il risultato netto si attesta sui 4,03 milioni di euro (equivalente al 16,3% del turnover), in lieve riduzione rispetto all'esercizio precedente (nella foto, il temporary shop avviato nel department store Engelhorn di Mannheim: resterà aperto per due mesi e servirà come modello per altri spazi simili).

 

stats