fiscal year

Ferragamo: -3,1% i ricavi annuali

Ferragamo chiude il 2017 con ricavi pari a 1,39 miliardi, in calo del 3,1% (-1,4% a cambi costanti). Il fiscal year risente della flessione dell‘8,4% (-5,1% a valute costanti) dell'ultimo trimestre su cui influisce, oltre al cambio, la minore incidenza dei saldi per effetto, come spiegano dalla società, del programma di ottimizzazione dei livelli di magazzino.

 

In base al consensus Thomson Reuters gli analisti avevano stimato un fatturato di 1,41 miliardi.

 

Dopo un avvio deludente, poco prima delle 15 le azioni Ferragamo registrano un rialzo del 2,4% a 23,20 euro per azione. L'indice Ftse Mib, invece, segna un debole +0,35%.  

 

Nell'anno il canale retail ha registrato una diminuzione dello 0,8% (+1,3% a cambi costanti). A parità di valute e di perimetro la riduzione risulta dell‘1,7%. Il wholesale ha accusato un -7,4% del giro d'affari (-6% a parità di valute).

 

Il primo mercato resta l‘Asia-Pacifico, che ha incassato un -2,1%. In Europa Ferragamo è arretrato del 3,6% e in Nord America del 4,2%. Segno meno anche in Giappone (-5,6%), mentre salgono Centro e Sud America (+2%).

 

A livello merceologico (nella foto, la sfilata maschile per la primavera-estate 2018) il core business delle calzature ha totalizzato 589 milioni di euro di ricavi (-3,6%). L'altro segmento di rilievo, la pelletteria, ha accusato un -2,4%, a 516 milioni. Gli altri accessori sono diminuiti del 7,4% e l'abbigliamento del 3,9%. Positivi i profumi (+1,2%).

 

 

stats