fiscal year

Twinset-Simona Barbieri: ricavi in crescita, vola all'estero

Approvato il bilancio consolidato di Twinset-Simona Barbieri, chiuso il 31 dicembre scorso. I ricavi si attestano a 243,4 milioni di euro (+2,5%), con un +1% nel wholesale, a quota 158,3 milioni, e un +5,7% nel retail, pari a 85,1 milioni. Corre l'e-commerce (+21,4%). In crescita del 10,3% il turnover realizzato all'estero. Il rosso si riduce a 3,4 milioni.

 

Attualmente il 39,1% del giro d'affari del marchio proviene dai mercati stranieri, per una cifra che si aggira sui 95,2 milioni.

 

Tornando a parlare di distribuzione, nel wholesale un ruolo trainante è stato giocato dalla Russia e dai Paesi europei, il che ha controbilanciato un moderato calo sul mercato interno, dovuto a una strategia di upgrading.

 

Alla voce retail, sono stati aperti 11 store e le vendite online hanno fatto un balzo del 21,4%. Va detto che su base like-for-like si è verificata, a livello di negozi fisici, una contrazione del 4,2%.

 

A fine 2016 il network di boutique Twinset era composto da 78 vetrine, di cui 51 in Italia e 27 oltrefrontiera, tra Germania, Francia, Spagna, Belgio e Russia.

 

L'ebitda adjusted ha messo a segno un +14,5%, a quota 43,6 milioni, con un ebitda margin passato dal 16% al 17,9%.

 

Ancora negativo il risultato netto, ma di 3,4 milioni contro i precedenti -10,4 milioni. Quanto all'indebitamento netto, era di 115,2 milioni al dicembre 2015 e ora si attesta a 89,6 milioni. Positiva (+23,2 milioni) la generazione di cassa.

 

Di pochi giorni fa la notizia in base alla quale The Carlyle Group si è aggiudicato il controllo totale di Twinset-Simona Barbieri, rilevando il 10% che ancora era nelle mani della fondatrice del marchio carpigiano, Simona Barbieri (nella foto, l'inverno 2017/2018 di Twinset-Simona Barbieri).

 

stats