fiscal year

Piquadro: utile netto +40,2%, proposto dividendo di 0,06 euro per azione

Fatturato e utile netto in crescita per Piquadro, che archivia il fiscal year 2017/2018, chiuso il 31 marzo 2018, con un giro d’affari pari a 97,63 milioni di euro, in crescita del 28,6% rispetto al 31 marzo 2017.

L‘utile netto consolidato, pari a 4,8 milioni di euro, sale del 40,2% rispetto all'anno precedente. L’ebitda si attesta a 10,78 milioni, in aumento del 22,6% rispetto allo stesso periodo del 2017. L'ebit, pari a 7,87 milioni, cresce del 38,4%.

L’indebitamento netto si attesta a 3,7 milioni, in significativo miglioramento di circa 4,6 milioni di euro.

Il cda ha proposto un dividendo pari a 0,06 euro per azione, per un totale di 3 milioni di euro.

Le proiezioni per l'esercizio 2018/2019 sono all'insegna dell'ottimismo, con una «accelerazione del percorso di crescita internazionale anche in ragione dell’acquisizione della maison Lancel».

Il management prevede che il gruppo possa, includendo l’acquisizione della Lancel International SA, avvicinarsi ai 150 milioni di euro di fatturato e sperimentare crescite, a parità di perimetro, con tassi allineati a quelli registrati nel corso dell’esercizio chiuso al 31 marzo 2018.

In tema di profittabilità, nell’alveo del perimetro attuale che include i marchi Piquadro e The Bridge, si prevedono margini industriali in aumento, anche in costanza di un rapporto euro/dollaro allineato all’esercizio precedente.

A cura della redazione
stats