Focus sul Web3 per la moda

Farfetch sostiene le startup con Outlier Ventures

Farfetch, il marketplace di moda e lusso da 3,7 milioni di consumatori attivi, collaborerà con la società di venture capital Outlier Ventures per il programma di accelerazione Dream Assembly Base Camp che era in stand by da circa due anni (il primo Dream Assembly è stato lanciato nel 2018 con Burberry e la società di venture capital 500 Startups).

Obiettivo? Supportare innovative startup del Web3 per il lusso e il lifestyle e creare networking, pensando a un futuro in cui il web si baserà sulla blockchain e non sarà più dominato da piattaforme centralizzate, ma avrà un approccio più decentralizzato e, si presume, più libero da gerarchie, improntato alla sicurezza e all’anonimato. Questo anche se c’è già chi ipotizza, con l'evoluzione del concetto di Internet sintetizzata dal termine Web3, il possibile insorgere di problemi legati, per esempio, all’esperienza del singolo e ai notevoli consumi energetici.

Il Dream Assembly Base Camp sarà a distanza (non in presenza), durerà 12 settimane e intende concentrarsi sulla moda digitale, sulla fidelizzazione tramite token, sulle esperienze immersive e sulla creator economy. Le startup che saranno selezionate avranno accesso alla rete di mentori della moda, della tecnologia e del Web3 di Farfetch e Outlier Ventures, ma anche agli investitori, che sosterranno la loro attività di raccolta fondi. In più otterranno un sostegno di 150mila dollari.

Farfetch accetterà le candidature delle startup fino a metà agosto e i partecipanti saranno annunciati alla fine di settembre, quando inizierà il programma. Alcuni di loro in passato sono diventati partner del marketplace quotato a New York da 4,2 miliardi di dollari di gmv, come la società di rating della sostenibilità Good On You, la piattaforma resale Luxclusif, il servizio di riparazione The Restory e il servizio di donazione Thrift+.

Il gruppo fondato e guidato da José Neves il mese scorso ha annunciato la decisione di accettare i pagamenti con criptovalute, a ribadire il sostegno alle nuove tecnologie, se vanno a supportare lo shopping.

Inoltre Carol Hilsum, direttore senior dell'innovazione di prodotto di Farfetch, ha detto di recente alla conferenza Drapers Future of Fashion 2022 che il metaverso, così come gli Nft e le realtà alternative sono «la prossima fase dello shopping di lusso», anche se comportano delle sfide. A suo parere non si tratta necessariamente di rivolgersi a un pubblico nuovo e più giovane come la generazione Z, ma piuttosto di evolvere ed elevare l'esperienza di acquisto, adattando il digitale al tradizionale acquirente di lusso.

e.f.
stats