Fuori anche l'ex braccio destro Fontana

Top manager in uscita, chiusura della sede milanese, licenziamenti: l'estate nera di Philipp Plein

L'estate era iniziata male, con una riorganizzazione che a fine giugno aveva portato a 79 (da 140 nel 2019) i dipendenti di Lugano, dove ci sono gli headquarters del marchio. Ma il clima vacanziero non è mai arrivato per la Philipp Plein, che a luglio ha registrato l'uscita di tre top manager - tra cui spicca il nome di Ennio Fontana -, mentre ai primi di agosto il brand ha fatto i conti con lo smantellamento della sede italiana di via Giardini a Milano.

Non è stato possibile entrare in contatto con l'azienda, ma secondo quanto risulta a fashionmagazine.it l'emorragia di top manager ha riguardato figure centrali come, appunto, Ennio Fontana (general manager), ma anche altri due veterani, Andrea Lanza Cariccio (ww retail manager) e Maddalena Bertoli Tedeschi (global communication and pr director).

L'uscita più sensazionale è sicuramente quella di Fontana, storico braccio destro di Philipp Plein e suo compagno anche nell'avventura di Billionaire, di cui Fontana era socio minoritario.

Ma tra tutte le novità riguardanti il marchio fondato a Monaco di Baviera nel 1999, quella che meno è passata inosservata è lo smantellamento, a inizio agosto, della sede di via Giardini 21: 3mila metri quadrati su sette piani riservati a showroom e uffici, inaugurata nel 2016.

Sempre in base alle indiscrezioni raccolte da fashionmagazine.it, la chiusura rientra in un piano strategico che vede Milano ridimensionata ma non azzerata - la storica showroom di via Bigli dovrebbe restare attiva -, mentre cresce il ruolo strategico di Lugano, dove la griffe avrebbe appena preso in affitto alcuni spazi, vicini all'attuale quartier generale, per inaugurare nuove showroom commerciali.

La riorganizzazione non riguarda solo personale e immobili, ma anche il prodotto: dalla scorsa stagione, infatti, non è più in produzione la collezione Plein Sport e ora l'offerta si limita alla prima linea.

In attesa di conoscere i nuovi sviluppi del marchio (in pipeline ci sarebbe una serie di importanti opening in Asia), non resta che vedere come sarà la collezione SS21 disegnata dallo stilista, che sarà presentata il 25 settembre con un evento digital durante la fashion week di Milano.

an.bi.
stats