Garantite le funzioni centrali

Luxottica sospende le attività italiane

In ottemperanza alle ultime indicazioni governative, Luxottica sospende tutte le attività italiane «fino a nuova comunicazione». La decisione riguarda gli stabilimenti di Agordo, Sedico e Cencenighe (Belluno), Rovereto (Trento), Pederobba (Treviso), Lauriano (Torino), Silvi Marina (Teramo) e Città Sant'Angelo (Pescara).

Il gruppo dell’eyewear che fa parte di EssilorLuxottica, dopo il merger con la francese delle lenti oftalmiche Essilor, sta verificando la possibilità di proseguire alcune attività essenziali come la logistica e il laboratorio lenti di Sedico, in conformità con le disposizioni governative. In più garantisce le funzioni centrali critiche per la gestione e il coordinamento delle attività a livello globale.

Alla data di venerdì 19 marzo Luxottica era ripartita con la logistica, ferma da due giorni, e la produzione, in stand by da lunedì. Già dalla scorsa settimana aveva preso tutte le misure per la salvaguardia dei dipendenti.

In tarda mattinata alla Borsa di Parigi le azioni EssilorLuxottica registrano un calo del 4,4%, mentre l’indice Cac 40 perde il 3% circa rispetto alla chiusura di venerdì.
e.f.
stats