Gli investitori approvano l'emissione

Kering rimpolpa i finanziamenti con un bond da 1,2 miliardi di euro

Kering rinsalda la sua flessibilità finanziaria tramite l'emissione di un bond suddiviso in due tranche, per un totale di 1,2 miliardi di euro. Le due fasi prevedono una transazione di 600 milioni di euro con scadenza a 3 anni e cedola dello 0,25% e una di pari valore con scadenza a 8 anni e cedola dello 0,75%.

«Questa emissione, in linea con la gestione della liquidità dell'azienda, ci permetterà di diversificare le fonti di finanziamento e di aumentare la flessibilità di finanziamento attraverso il rifinanziamento del debito esistente e la proroga della loro scadenza media», si legge in una nota diramata dal gruppo, capitanato da François-Henri Pinault.

Il gruppo ha anche aggiunto che il collocamento dell'obbligazione presso gli investitori è stato un segno della fiducia del mercato nell'affidabilità creditizia del gruppo.

Standard & Poor's valuta il debito a lungo termine della società A- con un outlook stabile.  

c.me.
stats