GLOBAL BLUE FOR FASHION
GLOBAL BLUE FOR FASHION

A Singapore cresce il tax free shopping

Secondo i dati Global Blue, nel primo trimestre 2018 il Tax Free Shopping nei negozi dell’isola ha fatto registrare un +5% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, con i cinesi che continuano a essere la prima nazionalità, seguiti dagli indonesiani.

Non si arresta la crescita del mercato Tax Free Shopping a Singapore che, secondo i dati Global Blue, nel primo trimestre del 2018, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, ha riportato un aumento del 5% delle vendite in negozio, anche grazie ai buoni risultati registrati nel periodo del Capodanno cinese a febbraio.

I Globe Shopper provenienti dal Paese del dragone sono la prima nazionalità, con il 41% delle vendite totali in negozio, e continuano a trainare la crescita del TFS nell’isola. Anche per questo, il Singapore Tourism Board (STB) ha moltiplicato negli ultimi anni le partnership con società cinesi di pagamento internazionali, come Alipay, e con aziende leader nel settore dei social media, tra cui WeChat, ai quali si è recentemente aggiunto l’accordo con Ctrip, la principale agenzia di viaggi online cinese.

Guardando i dati Global Blue del primo trimestre 2018, i Globe Shopper indonesiani hanno rappresentato il secondo mercato negli acquisti tax free a Singapore, nonostante l’indebolimento della rupia indonesiana abbia ridimensionato la loro spesa. Questa flessione è stata però compensata dalla performance positiva di altre nazionalità: primi su tutti i malesi, con un incremento delle transazioni del 10%, seguiti dai vietnamiti, che hanno fatto registrare una crescita delle vendite del 3%.

Sempre nei primi tre mesi del 2018 rispetto all’anno precedente, anche lo scontrino medio dei turisti internazionali a Singapore ha registrato un significativo aumento: +8%, raggiungendo 735 euro.

Tra le categorie merceologiche, cresciute tutte nel primo trimestre, “Orologi e Gioielli” è quella che ha avuto un peso maggiore a Singapore, con il 37% del totale della spesa tax free, superiore sia al Fashion (22%) sia al comparto Pelletteria (18%). Il settore “Orologi e Gioielli” di Singapore ha riportato nei primi tre mesi dell’anno un aumento del 15% degli acquisti tax free sopra i 50.000 dollari di Singapore (oltre 31.000 euro), seguendo le stesse dinamiche del mercato europeo, di cui l’isola è un forte competitor in questa categoria merceologica.

La necessità di Singapore – che deve fronteggiare la concorrenza di mete vicine per lo shopping di lusso come Jakarta e Bangkok – di mantenere e aumentare ancora di più l’attrattività nei confronti del turismo di Elite, ha portato l’isola a investire molto su tecnologie digitali (eTRS-Electronic Tourist Refund Scheme) altamente efficienti e negli ultimi anni anche Global Blue si è adoperata per stringere collaborazioni con brand e centri commerciali con l’obiettivo di promuovere il Tax Free Shopping anche a livello locale.
stats