In collaborazione con Galdus

La Pomellato Virtuosi Academy festeggia i suoi primi 18 diplomati

Dopo un percorso durato sette anni, si chiude la prima filiera orafa in Lombardia, che vede i primi 18 studenti concludere la formazione conseguendo un diploma di V livello valido in tutta Europa. Un obiettivo raggiunto grazie alla Pomellato Virtuosi Academy creata da Pomellato e dalla scuola Galdus, festeggiato con un evento di scena ieri, 23 novembre.

Su un totale di 158 studenti distribuiti nell'arco dei 7 anni, 17 hanno già trovato un lavoro, grazie al coinvolgimento di aziende come MartinottoNove25Shape Mode, Fiorini, Taroni, Tradico, OmeaGerlaSisti e altre.

La decisione di Pomellato di costruire una sua academy insieme alla scuola professionale Galdus ribadisce l'importanta della collaborazione tra aziende e formazione professionale: un canale attraverso cui Regione Lombardia punta alla piena occupazione giovanile.

«Salvaguardare l’artigianalità non è più una opzione, ma un investimento sul futuro. Pomellato Virtuosi Academy sostiene la formazione dei giovani a beneficio di tutto il comparto, perché è necessario iniettare vitalità nell'economia del nostro Paese», ha spiegato Sabina Belli, a.d. del Gruppo Pomellato, nel corso dell'evento.

La stima per il 2021 del settore della gioielleria è del +24% rispetto al 2020 e +7% rispetto al 2019, per 22 miliardi di euro a livello mondiale. La previsione di Altagamma per il 2022 della gioielleria è un +10%. Il gioiello rimane un bene rifugio e di investimento.

Sabina Belli e Melania Rizzoli con una giovane diplomata

A cura della redazione
stats