Günther Fielmann si ritira dal brand

Fielmann: il fatturato cresce e Marc Fielmann diventa unico ceo

Positivi i risultati nei primi nove mesi del big dell’eyewear tedesco Fielmann. Il numero di occhiali venduti è aumentato a 6,13 milioni, contro i 6,06 milioni dell’anno precedente. I ricavi sono saliti da 1,25 miliardi a 1,35 miliardi e il fatturato consolidato si è portato a 1,16 miliardi.

L’utile ante imposte ammonta a 206,1 milioni dai passati 196,1 milioni e l’utile netto ha totalizzato 143 milioni, rispetto ai 135,7 milioni dell’analogo periodo 2018. In totale, Fielmann ha investito 74,4 milioni nei primi nove mesi.

Per quanto riguarda il numero di occhiali venduti nel terzo trimestre, ammonta a 2,06 milioni rispetto ai 2,01 milioni dell’anno precedente. Nello stesso periodo, i ricavi inclusa Iva sono cresciuti a 463,2 milioni in confronto con i 430,6 milioni dell’anno passato, e il fatturato consolidato ha superato i 400,1 milioni, contro i 366,4 milioni dello stesso periodo 2018. L’utile ante imposte sale a 78,5 milioni dai passati 80 milioni e l’utile netto ha raggiunto 55,4 milioni, partendo da 54,7 milioni.

A influenzare l’utile sono stati un aumento del numero di dipendenti, che per la prima volta oltre i 20mila; e operazioni non ricorrenti sostenute nell'anno precedente.

Intanto il fondatore Günther Fielmann si ritira dall’executive board e affida la leadership aziendale alla seconda generazione, completando il piano di successione a lungo termine, avviato nell’aprile 2018 con l’introduzione del figlio Marc Fielmann in veste di co-ceo, mentre e a febbraio 2019 gli è stata affidata la responsabilità strategica aziendale.

Il cda ha approvato all’unanimità la risoluzione consensuale del mandato di Günther Fielmann e conferito pieni poteri al figlio. 

a.s.
stats