i ricavi dei nove mesi a quota 1,17 miliardi

Per il gruppo Moncler trimestre record a +55%. Ruffini: «Cresciamo più del previsto»

Nei primi nove mesi del 2021 il Gruppo Moncler, a cui fa capo oltre al marchio omonimo anche Stone Island, ha registrato ricavi pari a 1,177 miliardi di euro, mettendo a segno una crescita del 55% rispetto ai 765,1 milioni dei primi nove mesi del 2020 (+56% a cambi costanti) e del 20% rispetto allo stesso periodo del 2019.

I risultati includono le vendite della label Moncler - che sono state di 1.020,9 milioni di euro nei primi nove mesi, in crescita del 4% rispetto allo stesso periodo del 2019 - e quelle del brand Stone Island, consolidate dall'1 aprile, salite a 156,4 milioni di euro (ovvero il 13,3% del fatturato totale).

In particolare, nel terzo trimestre il turnover ha registrato un vero boom, con ricavi pari a 555,5 milioni di euro, +55% sul terzo trimestre 2020 e +33% rispetto allo stesso periodo del 2019.

«I risultati dei primi nove mesi si sono rivelati superiori alle nostre stesse attese», ha commentato Remo Ruffini, presidente e amministratore delegato di Moncler.

Per quanto riguarda il marchio Moncler, in Asia (che include Apac, Giappone e Corea) il fatturato nei primi nove mesi è aumentato del 18% sul gennaio-settembre 2019 e nel terzo trimestre del 24%, in ulteriore accelerazione, grazie soprattutto a Cina e Corea. In Emea i ricavi sono invece diminuiti del 12% sempre in confronto con i primi nove mesi del 2019, ma in significativo miglioramento nel terzo trimestre, con numeri vicini a due anni fa. Le Americhe hanno registrato un +14% sui primi nove mesi del 2019.

Per Stone Island l'Emea è l'area geografica più importante e ha riguardato il 78% del giro d'affari nel periodo di consolidamento. L'Italia è il mercato principale in Emea, seguito da Gran Bretagna, Germania e Olanda. L'Asia ha contribuito al 13% del sell out e le Americhe al restante 9%. Il canale wholesale ha rappresentato il 78% del totale fatturato, con ottime performance in tutti i mercati.

«Il terzo trimestre è importante per le performance registrate, ma anche fondamentale per prepararci ad affrontare gli ultimi mesi dell'anno, per noi sempre significativi», ha aggiunto Ruffini.

an.bi.
stats