I rumors partiti da Miss Tweed

Richemont pronto a cedere Ynap: Rupert pensa al concorrente Farfetch

A tre anni dall'opa lanciata a Piazza Affari, il gruppo Richemont starebbe per cedere la sua controllata nell'e-commerce Ynap (Yoox-Net-A-Porter). A sostenerlo è Miss Tweed, blog di informazione consacrato al lusso e alla moda e ritenuto assai autorevole nel settore.

Secondo Miss Tweed, il gruppo elvetico guidato Johann Rupert si sarebbe reso conto che Ynap sta perdendo la gara dell'innovazione tecnologica nonostante i grossi investimenti sostenuti e starebbe cercando di cedere l'e-commerce alla concorrenza.

Il blog, citando più fonti vicine al dossier, sostiene infatti che Richemont vorrebbe cedere Ynap a Farftech, la piattaforma a sua volta attiva nella vendita di moda online, ma il fondatore e ceo José Neves avrebbe per il momento declinato la proposta di Rupert di investire nella controllata.

Ma visto che l'opzione cessione al 100% a Farfetch non sarebbe contemplata da Nerves, Richemont starebbe esplorando un'opzione intermedia: creare un consorzio in cui Farfetch e Alibaba potrebbero diventare sostenitori di minoranza in Ynap. Secondo Miss Tweed, Richemont per assicurarsi la partecipazione a un tale accordo, sarebbe disposta a concedere a Farfetch la gestione dell'e-commerce e i servizi omnichannel dei suoi marchi, tra cui il gigante della gioielleria Cartier.

L'anno scorso Richemont ha investito 300 milioni di dollari in Farfetch e ha sostenuto una nuova joint venture con Alibaba in Cina.

Il rumors ha avuto un impatto sulle azioni di Richemont, che alla Borsa di Zurigo nel primo pomeriggio perdeva quasi il 2%, anche se gli analisti hanno valutato positivamente la possibile cessione di Ynap, che farebbe aumentare il valore del titolo Richemont.

Senza Ynap il gruppo, proprietario di marchi quali Cartier, Baume & Mercier, Montblanc, Piaget e Officine Panerai, tra gli altri, potrebbe tornare a dedicarsi al 100% al suo core business: il super lusso.

an.bi.
stats