confermati i rumors dei giorni scorsi

Sergio Tacchini avvia il new deal e Dao-Yi Chow (Public School) debutta allo stile

Dopo le indiscrezioni, la conferma: l'imprenditore Stefano Maroni con i due fondi americani Twin Lakes Capital e B. Riley Principal Investments hanno acquisito gli asset di Sergio Tacchini.

Rumors confermati anche per quanto riguarda la direzione creativa: Dao-Yi Chow, co-fondatore Public School e a sua volta americano, avrà il compito di reinventare la label nel rispetto del suo heritage.

Premiato con diversi Cfda Awards, Chow è noto per la sua linea di abbigliamento Public School. In precedenza è stato direttore creativo di Dkny. In Sergio Tacchini si occuperà di supervisionare tutti gli aspetti del visual e della identity del marchio, compresa la creazione di nuove collezioni di abbigliamento, accessori e footwear da uomo e da donna.

«Sono onorato dell'incarico di guidare la visione creativa di un'azienda con un heritage così ricco come Sergio Tacchini - ha dichiarato lo stilista -. Mi sono innamorato del tennis quando ero molto giovane e avere la chance di reinterpretare la label in chiave lifestyle è un sogno che si avvera».

La prima linea disegnata da Chow parte con la primavera-estate 2020 e sarà disponibile solo presso negozi selezionati.

Con il nuovo assetto Stefano Maroni, fondatore e precedente ceo di Gmi Usa, diventa ceo del marchio e Lee Feldman di Twin Lakes il suo presidente. Nel board arriveranno anche Dan Shribman di B. Riley e Howard Cohen di Twin Lakes Capital.

Fondato nel 1966 da Sergio Tacchini, il brand era stato rilevato dall'imprenditore cinese Billy Ngok nel 2007. Nel 2013 Ngok ha ceduto la gestione del brand alla Wintex Italia, polo della Wintex di Hong Kong, società in capo a investitori privati, che ha dato avvio a un modello di business basato sulle licenze.

Il marchio ha archiviato il 2018 con un giro di affari wholesale di 50 milioni di euro, in crescita del 10% sul 2017 (nella foto, un'immagine d'archivio).

c.me.
stats