Il brand dovrà pagare 300mila euro

Ferrari vince causa contro Philipp Plein per concorrenza sleale e tutela del marchio

Il Tribunale di Milano ha dato ragione a Ferrari, che aveva avviato una causa contro il marchio Philipp Plein per violazione del copyright e concorrenza sleale. La sentenza è stata pubblicata sulle pagine del Corriere della Sera.

 

La sentenza si rifà a una vicenda del giugno 2017, quando il marchio di moda, durante la sua sfilata uomo primavera-estate 2018, aveva utilizzato in maniera - ritenuta illegittima - il marchio della casa automobilistica. Sulla passerella, infatti, oltre ai modelli e le modelle avevano sfilato anche alcune vetture di lusso di brand (nella foto) come Ferrari, Lamborghini e McLaren.

 

In quell'occasione la casa automobilistica di Maranello sembrò non gradire l'associazione con la griffe dello stilista tedesco, finendo con il citare in giudizio la casa di moda per uso illegale del marchio Ferrari durante la presentazione.

 

A seguito della delibera del tribunale italiano, Philipp Plein è obbligato a rimuovere da ogni piattaforma online, sito e social, tutte le immagini e i video che mostrano le vetture Ferrari. La casa del Cavallino Rampante ha ottenuto anche il diritto a un risarcimento di 300 mila euro, oltre al rimborso delle parcelle legali, del valore di oltre 25 mila euro euro.

 

Inoltre, se la label non rimuoverà o utilizzerà una delle immagini e dei video delle Ferrari, dovrà pagare ogni volta una somma di 10 mila euro.

an.bi.
stats