Il Covid-19 fa di nuovo paura in Borsa

Piazza Affari in flessione, appesantita dal lusso

Intorno alle 16 l’indice Ftse Mib della Borsa di Milano registra un -5,7% su cui pesano le vendite dei titoli della moda, mentre si contano 230 casi di contagio da coronavirus in Italia e sei vittime.

Con una flessione di oltre 10 punti percentuali, Tod’s segna uno dei maggiori ribassi del comparto, seguito da Salvatore Ferragamo, che registra un -9,34%. Moncler cede il 5,6% e Cucinelli un più contenuto 3,81%.

In base alle stime degli analisti finanziari, mediamente il lusso quotato ha un’esposizione alla Cina tra il 30% e il 35%. Fa eccezione Cucinelli, con una quota intorno al 10%.

Fino alla vigilia delle sfilate milanesi, terminate anticipatamente domenica, per arginare il diffondersi del contagio in Lombardia, le azioni del lusso risultavano trattate a premio in media di circa il 70%, dall’80% di prima dell’annuncio dell’epidemia in Cina (per un approfondimento, vedi a pag.12 e 13 di Fashion N.4, in edicola in questi giorni e sfogliabile online)

Il virus intanto continua a fare vittime nella Repubblica Popolare, salite a 2.592 dall'inizio dell'espansione. La notizia positiva è che sono oltre 16.700 le guarigioni nella provincia di Hubei, dove è scoppiato il focolaio.

e.f.
stats