Il Covid-19 fa saltare il deal con Sycamore

L Brand accetta di tenersi Victoria's Secret: annullata operazione da 525 milioni

La crisi economica scatenata dalla pandemia di Covid-19 ha fatto saltare l'operazione di acquisto del marchio di lingerie Victoria's Secret da parte del fondo Sycamore Partners

L Brands, proprietaria del brand, ha infatti annunciato di aver raggiunto un accordo per annullare l'operazione, che era stata definita a febbraio.

Secondo gli accordi Sycamore Partners avrebbe dovuto pagare 525 milioni di dollari per assumere il controllo del brand (55% del capitale), mentre L Brands avrebbe mantenuto una quota di minoranza del 45%.

Il 22 aprile scorso, però, il fondo si era tirato indietro a causa delle conseguenze dell'emergenza coronavirus e l'accordo era finito in tribunale.

Sycamore ha contestato a L Brands di aver chiuso quasi tutti i negozi Victoria's Secret e Pink in tutto il mondo solo un mese dopo l'accordo tra le due parti, ritenendo che queste scelte abbiano pesato negativamente sull'attivatà, insieme alla decisione del gruppo di aver messo in congedo non retribuito i dipendenti di Victoria's Secret.

Tutte misure, secondo L Brand, adottate nell'ambito della crisi da Covid-19 e in conseguenza del lockdown. Ma il gruppo Usa e il fondo hanno comunque trovato un accordo, accantonando la possibilità di ricorrere alle vie legali, senza precisare se è previsto un risarcimento pecuniario a favore di L Brand. 

Saltata la vendita, aumenta l'incertezza sul futuro di Victoria's Secret, in difficoltà finanziarie e di immagine, che hanno portato anche alla cancellazione della celebre sfilata. In futuro, Victoria's Secret sarà scorporata da L Brand e diventerà una realtà autonoma, così come Bath & Body Works, l'altro marchio di punta di L Brands.

Intanto il magnate 82enne Leslie H. Wexner, fondatore di L Brands, lascia la carica di ceo, come già pianificato in precedenza, e le sue responsabilità passano ad Andrew Meslow, attuale boss di Bath & Body Works. Stuart Burgdoerfer, attuale chief financial officer di L Brands, sarà ceo ad interim di Victoria's Secret con effetto immediato, pur continuando l'attività di cfo della casa madre.

an.bi.
stats