IL DEBUTTO DI CHORUSTYLE

Dopo la smart city, a 84 anni Bosatelli lancia un marchio lifestyle

Un altro sogno che si realizza per il Cavaliere del Lavoro Domenico Bosatelli, 85 anni il prossimo dicembre, che dopo Chorus Life lancia il progetto Chorustyle.

Il nome dell'imprenditore - fondatore e presidente di Gewiss (oltre 300 milioni di fatturato, 1.500 dipendenti), realtà specializzata nell’impiantistica elettrica, dall’home & building automation alla gestione intelligente dell’energia, dalla mobilità elettrica all’illuminazione a Led - è infatti legato soprattutto all'avveniristica smart city Chorus Life, un progetto che parte dalla riqualificazione di 70mila metri quadrati di un’area industriale di Bergamo, in abbandono dagli anni Novanta.

Si tratta di un nuovo modello di città, pronta per il 2021, basato sull’innovazione tecnologica, che punta a favorire l’aggregazione e la convivenza tra generazioni e che ha l’obiettivo di realizzare un format urbanistico e sociale incentrato sulla qualità della vita e il benessere della persona.

Valori che ora Bosatelli sogna di trasferire anche nella moda, nel design e nell'oggettistica con Chorustyle, progetto in cui ha riversato investimenti per 200 milioni di euro.

In ambito fashion, il brand ha chiamato a rapporto maestranze esperte e qualificate, nella convinzione che la moda italiana debba tornare alla cultura e all'eccellenza che hanno fatto conoscere i marchi del Belpaese tutto il mondo.

Entro fine 2018 sarà lanciata una linea "Sporty Chic" che punta a distinguersi per qualità dei tessuti, originalità dei tagli e attenzione alle finiture. Sostenibilità, stile e confort sono i tre punti cardine della collezione, che si completerà con una serie di borse e piccoli accessori, prevalentemente in tessuto e materiali tecnici, da coordinare con i capi sportivi.

a.t.
stats