Il prossimo mercato sarà il Regno Unito

Per le sneaker sostenibili Allbirds raccolti altri $50 mln di fondi

La startup Allbirds vuole investire sull’estero e sulla ricerca con i 50 milioni di dollari di fondi raccolti.

Nella Silicon Valley le sue sneaker sostenibili stanno spopolando, ma piacciono anche in Nuova Zelanda, Australia e Canada. A vincere sono i modelli all’insegna del comfort e dal design minimal, che sperimentano sulle materie prime naturali: lana (tra i fornitori anche l’italiana Reda) ma anche materiali derivati dalla canna da zucchero e dall’eucalipto.

Nel più recente round, che ha coinvolto società d’investimenti come T. Rowe Price Investment Management, Fidelity Management & Research Company e Tiger Global, la società di San Francisco, creata nel 2016 da Tim Brown e Joey Zwillinger (nella foto), ha rastrellato 50 milioni di dollari, arrivando a una raccolta totale di 75 milioni.    

Ora l’idea è sviluppare il mercato del Regno Unito, che si ipotizza avere consumatori con una certa sensibilità green, in linea con gli altri mercati dove il brand sta accelerando. La distribuzione dovrebbe essere avviata nel 2019 ma un test partirà con un pop up store a Londra, Convent Garden.   

Allbirds, che in passato ha avuto tra gli investitori anche Leonardo DiCaprio, intende anche portare avanti la ricerca di nuovi materiali sostenibili. 


e.f.
stats