il quarter sotto le attese penalizza il titolo

Tiffany & Co.: il fatturato cresce del 4%, ma non è abbastanza

Terzo trimestre con ricavi pari a 1,01 miliardi di dollari per Tiffany & Co., che cresce del 4% ma non raggiunge la stima degli analisti, che si aspettavano 1,05 miliardi di dollari. Di conseguenza, intorno alle 16:30 il titolo perde quasi l'11% in Borsa.

Nel quarter l'utile netto si è ridotto del 5%, scendendo a 94,9 milioni di dollari, con un utile per azione che è passato da 0,8 a 0,77 dollari. Sarebbe stato di 1,46 dollari, escludendo le voci straordinarie.

L'outlook sull'anno è di un aumento del giro d'affari intorno al +5% a parità di negozi. Sempre a parità di negozi, nel trimestre l'aumento di vendite è stato del +2%, contro il +5,4% prospettato dagli analisti.

A intaccare i ricavi, secondo il ceo Alessandro Bogliolo, la performance al di sotto delle aspettative degli acquisti da parte dei turisti cinesi in trasferta negli Stati Uniti e a Hong Kong, oltre che nel travel retail wholesale coreano.

«Al contrario - ha aggiunto - siamo soddisfatti dell'andamento generale nel mondo e in ogni area, compresa la Cina mainland» (nella foto da Instagram, Maye Musk indossa un cappello della linea Tiffany Blue nell'Holiday Campaign 2018 del gioielliere newyorkese).

a.b.
stats