monta la polemica tra il brand e il retailer

Saks va al contrattacco con Cartier

Nuovo capitolo nella querelle tra Cartier e Saks Fifth Avenue: dopo che il brand di gioielleria ha fatto causa al department store, perché con il restyling del punto vendita dovrebbe spostarsi nel seminterrato traslocando dal pianterreno, ora l'insegna in capo a Hudson's Bay parte al contrattacco.

Come emerge dai media americani, mentre Cartier punta a ottenere 40 milioni di dollari di risarcimento - subodorando che con questa mossa Saks Fifth Avenue voglia escluderlo del tutto dal negozio sulla Quinta Strada -, il retailer lancia una controquerela e mira a una cifra ancora più salata: calcola infatti in oltre 55 milioni di dollari il danno provocato dal rifiuto del marchio di casa Richemont di lasciare libera l'area attualmente occupata al pianterreno. Ritiene inoltre che la vicenda potrebbe avere un impatto negativo sul suo business in generale.

Pare che nello spazio dove ora si trova Cartier sarebbe pronta a insediarsi una griffe di borse di lusso. I portavoce del marchio di gioielli fanno notare che nell'ottobre 2016 è stato rinnovato un accordo, in base al quale Saks si impegnava a garantire al brand per cinque anni un posizionamento selezionato (nella foto, Saks Fifth Avenue).

a.b.
stats