Il titolo sale a Wall Street

Quarto trimestre sopra le stime per Ralph Lauren

Ralph Lauren ha chiuso il quarto trimestre fiscale con ricavi in aumento del 18% a 1,52 miliardi di dollari, sopra le stime degli analisti che, come riporta Reuters, si aspettavano la cifra di 1,46 miliardi. Nel periodo terminato il 2 aprile i profitti per azione rettificati si sono attestati a 49 centesimi di dollaro, dai 36 cents attesi dagli analisti e in miglioramento dal valore negativo di un anno prima (-1,01 dollari).

L'intero fiscal year è terminato con un incremento del fatturato del 41% a 6,2 miliardi di dollari, sostenuto dai maggiori mercati come Nord America (+49%, il mercato maggiore con 3 miliardi di dollari vendite), Europa (+53%) e Asia (+25%). Il gruppo di New York è inoltre tornato a realizzare utili: 600 milioni di dollari dalla precedente perdita di 121 milioni.

Il brand, che ha 55 anni di storia, prevede una crescita dei ricavi “high single digits” per la fine del nuovo esercizio, nell’ipotesi di cambi costanti, mentre Wall Street ipotizza una crescita del 3,6%, in base a quanto rilevato da Refinitiv Ibes. L’operating margin dovrebbe collocarsi nel range 14%-14,5%.

Nei primi tre mesi del nuovo anno fiscale le vendite a valute invariate dovrebbero crescere dell’8%, mentre il margine dovrebbe risultare del 13,5%, riflettendo un aumento dei costi dei trasporti e delle spese di marketing.

«I consumatori iniziano a uscire durante il giorno, quindi c'è bisogno di giacche sportive, capispalla e abiti. Poi tornano alle attività sociali la sera o nel fine settimana», ha osservato l'amministratore delegato Patrice Louvet durante la conferenza stampa.

Intorno alle 18 italiane le azioni Ralph Lauren salgono del 2,2% alla Borsa di New York, al prezzo di 92,97 dollari per azione.

e.f.
stats