In attesa della trimestrale

Lvmh stima calo delle vendite tra il 10% e il 20%

La data fissata per la pubblicazione dei dati del primo trimestre è giovedì 16 aprile, dopo la chiusura della Borsa di Parigi, ma il management di Lvmh fa già sapere che si aspetta una flessione del fatturato in una forchetta compresa tra il 10% e il 20%.

Il 20 marzo scorso la rivale Kering, proprietaria di Gucci e Saint Laurent, ha allertato che i ricavi trimestrali potrebbero subire una contrazione tra il 13% e il 14%.

Poco dopo le 10 le azioni Lvmh registrano un -1% in Borsa, meno dei concorrenti Kering (-2,76%) ed Hermès (-2,64%) e dell’indice Cac 40, che accusa un -2,2%.

Il gruppo del lusso guidato da Bernard Arnault (nella foto) fa inoltre sapere che in questo periodo di incertezza manterrà una strategia focalizzata sul mantenimento del valore dei suoi brand, che beneficia della qualità dei prodotti e della reattività dei rispettivi team.

«Nel breve termine - precisano - le misure adottate dalle autorità pubbliche per combattere la pandemia di Covid-19 hanno portato alla chiusura di siti produttivi e negozi in diversi mercati, che impatteranno sui risultati del gruppo. Questo impatto al momento non può essere calcolato con precisione, senza conoscere quando si tornerà alla normalità nei Paesi colpiti».


e.f.
stats