In lieve aumento l'ebitda

Aeffe: perdita di 9 milioni nel 2022

Aeffe chiude il 2022 con una perdita di 9 milioni di euro, dal precedente utile di 12 milioni, che includeva benefici fiscali non ricorrenti per 9,5 milioni.

Il gruppo che ha in portafoglio Alberta Ferretti, Philosophy di Lorenzo Serafini, Moschino (nella foto) e Pollini ha realizzato un lieve incremento dell’ebitda (+0,6%), sfiorando i 36 milioni di euro, con un'incidenza del 10,1% sul fatturato (dal 10,9% del 2021), nonostante un'impennata dei costi delle materie prime di quasi il 40% e per servizi (+19%).

I ricavi annuali, come anticipato in gennaio, hanno segnato un +8,4%, a 352 milioni (+7,7% a cambi costanti), grazie all’andamento positivo nei maggiori mercati di riferimento eccetto l’Asia e resto del mondo, che rappresentano il 18,5% del totale, dove Aeffe ha subito un -1,3% sull’anno prima.

Come spiegano dall’azienda riminese, la diminuzione è legata soprattutto alla riorganizzazione del canale wholesale, che ha portato alla gestione diretta del mercato cinese da parte del gruppo, «senza i connessi potenziali benefici in termini di ricavi retail, per il perdurare delle restrizioni in loco dovute all’emergenza sanitaria».

L’ebit del 2022 è invece sceso dell’86,7% a 1,22 milioni, di conseguenza la marginalità è passata dal 2,8% allo 0,3%.

«Valutiamo positivamente i risultati del 2022 e siamo particolarmente soddisfatti degli investimenti realizzati, tra cui la finalizzazione del progetto di distribuzione diretta di Moschino in Cina, fiduciosi che le scelte intraprese si rifletteranno nel medio termine in una progressione dei ricavi e della redditività - ha commentato il presidente esecutivo Massimo Ferretti -. Con attenzione all'evoluzione del contesto di mercato e alle relative contingenze, il gruppo è tuttora impegnato nel rafforzamento dei piani di sviluppo dei marchi di proprietà, sia a livello commerciale sia in termini di ottimizzazione della struttura societaria ed organizzativa».

In mattinata le azioni Aeffe sono scambiate a 1,20 euro per azione alla Borsa di Milano, in rialzo dello 0,5% rispetto alla chiusura di ieri (-40% la performance a un anno). Anche gli altri titoli della moda di Piazza Affari si muovono vicini allo zero: +0,6% Tod’s, +0% Salvatore Ferragamo, -0,25% Brunello Cucinelli e -0,32% Moncler.

e.f.
stats