in russia

Cashmere & Silk: mentre festeggia i 20 anni progetta nuove aperture

Forte di una ripresa delle vendite e di una serie di new opening in arrivo, Cashmere & Silk ha celebrato 20 anni dall'inaugurazione della sua prima boutique a Mosca nel 1997 (uno store di 36 metri quadrati) con una grande festa nella capitale russa.

 

Per celebrare l'importante anniversario Victoria Saava - fondatrice della società, che può contare su 48 negozi sul territorio fra mono, multibrand e outlet - ha chiamato a Mosca tutti i migliori clienti e i soprattutto i partner storici, per la stragrande maggioranza italiani.

 

Lorena Antoniazzicon il marito Luca Mirabassi, Claudio Marenzi di Herno, Franco Zanellato, Tullio Marano di Henry Beguelin e i rappresentanti  di Faliero Sarti, Santoni, Les Copains e Peserico sono arrivati apposta a Mosca per l'occasione.

 

Mancava solo Brunello Cucinelli, che collabora con Victoria Saava fin dagli esordi di 20 anni fa, e che ha comunque preso parte all'evento, inviando da Solomeo un affettuoso video-messaggio di auguri a "Vica" e ai 550 dipendenti di Cashmere & Silk .

 

«Quasi 12 minuti di parole toccanti - ha raccontato l'imprenditrice, nata in Siberia e innamorata della moda italiana -. È stato un peccato poterne mostrare ai nostri ospiti solo un paio di minuti».

 

Tra i 90 marchi internazionali distribuiti attraverso la rete di Cashmere& Silk, quasi il 90% provengono dal nostro Paese. Brunello Cucinelli è stato appunto il primo a credere in Vica e ad affidarle la distribuzione del suo prodotto.

 

Poi sono arrivati Missoni, Herno - «Che ha le carte in regola per replicare il successo di Cucinelli» -, Piazza Sempione, Lorena Antoniazzi e Lanificio Colombo, solo per citarne alcuni. Le ultime due scommesse italiane del distributore si chiamano invece Peserico e Zanellato.

 

Per Cashmere & Silk (e soprattutto per Vica) il 2017 non è solo un anno di celebrazione, ma anche di lavoro e nuove sfide. «Il clima di incertezza in Russia ormai è cronico - spiega - ma il consumatore è in grado di gestirlo e si fa condizionare di meno».

 

«Nel 2016 e nella prima parte di quest'anno le vendite si sono riprese - prosegue -. Ne ho parlato anche con Bosco di Ciliegi (distributore russo, proprietario dei grandi magazzini Gum, ndr) ed è così anche per loro».

 

Con queste prospettive, l'imprenditrice sta già pensando a una serie di nuove aperture. Si comincerà a settembre da San Pietroburgo: «Brunello Cucinelli cambierà indirizzo e aprirà in uno spazio più grande, lasciato libero da Louis Vuitton».

 

A sua volta lo spazio reso disponibile dal re del cashmere di Solomeo sarà occupato da altri partner di Cashmere & Silk, probabilmente Peserico ed Herno.

 

stats