in tribunale

Supreme: doppia vittoria del brand americano sui contraffattori

Duplice vittoria, in Italia e a San Marino, del marchio newyorkese di streetwear Supreme contro una rete di società straniere dedite alla contraffazione del brand. I due giudizi hanno portato complessivamente al ritiro di circa 120mila prodotti.

 

Come si legge in una nota di Nctm Studio Legale, che ha assistito il player americano nel contenzioso, il Tribunale di Milano ha confermato in primo e secondo grado cautelare i provvedimenti di inibitoria e sequestro, mentre a San Marino è stato ottenuto un provvedimento cautelare di descrizione e sequestro.

 

Le decisioni hanno riconosciuto la notorietà del marchio Supreme, che di recente ha stipulato accordi di co-branding con marchi come Nike e Louis Vuitton ed è stato valutato dal Fondo Carlyle un miliardo di dollari.  

 

Il team di Nctm Studio Legale che ha seguito la causa era composto da Paolo Lazzarino, Martino Andreoni, Roberto Cesaro, Maddalena Moro, Margherita Banfi e Verdiana Spreafico (nella foto dall'account ufficiale di Supreme su Instagram, Kate Moss presta il suo volto per un'iniziativa congiunta di Supreme e Louis Vuitton a favore di Children in Need, iniziativa charity della Bbc).

 

stats