In vena di nuovi investimenti

Frasers Group aumenta la partecipazione in Hugo Boss e diviene il quarto azionista di Asos

Non si arrestano le scommesse per Frasers Group. Il proprietario di Sports Direct e House of Fraser ha infatti aumentato la sua partecipazione in Hugo Boss, di cui ora detiene una partecipazione combinata del 32,8% delle sue azioni. Solo ieri è circolata la notizia che il player britannico sarebbe divenuto il quarto azionista di Asos, con una quota azionaria del 5%.

Con un 4,3% di azioni ordinarie e il 28,5% tramite la vendita di “opzioni put”, Frasers Group controlla ora azioni di Hugo Boss per un valore di circa 960 milioni di euro.

L’acquisizione in Hugo Boss rientrerebbe nel business model di Frasers Group, da sempre mirato a investimenti strategici in vista di partnership con altri player, anche attraverso acquisizioni di azioni o altri strumenti finanziari.

La notizia, come si diceva, arriva il giorno dopo quella circolata sulla stampa secondo cui Frasers Group avrebbe aumentato la partecipazione in Asos, giungendo a detenerne il 5% e divenendo quindi il suo quarto azionista (il principale è la famiglia che controlla Bestseller, con una quota del 26%). Ma all’apertura dei mercati di oggi, 24 ottobre, né Asos e né Frasers l’hanno confermata.  

La società fondata da Mike Ashley, ora gestita dal genero Michael Murray,aveva già una partecipazione in Asos, che avrebbe incrementato dopo che le azioni del player dell’e-commerce britannico sono scese di quasi il 20% nell’ultimo mese. 

Fraser al momento sta cercando di rilevare tutte le azioni di MySale, gruppo australiano delle vendite di moda online e ha anche recentemente acquisito il controllo di Studio Retail e Missguided.

In una dichiarazione rilasciata alla Borsa di Londra, Frasers ha affermato di voler continuare il percorso di crescita, acquisendo nuove aziende e marchi per far evolvere il business all'interno e all'esterno del Regno Unito.

Nella foto, una proposta di Boss della Fall-Winter 2022

c.me.
stats