indiscrezioni

Berluti arruola Aldo Maria Camillo: uno specialista del menswear nella squadra di Ackermann

A poco più di un mese dalla nomina a direttore creativo di Berluti (Lvmh), Haider Ackermann si prepara alla prova del fuoco della passerella, prevista in gennaio durante la settimana del menswear a Parigi, e come braccio destro chiama Aldo Maria Camillo, ex stilista di Cerruti 1881.

 

In base a rumour rivelati da wwd.com, Ackermann avrebbe voluto nel suo team uno specialista del menswear come Camillo, fino al maggio 2015 ai vertici stilistici di Cerruti 1881 (dove è rimasto in carica per tre anni) e con trascorsi focalizzati sul côté maschile: dal 2009 al 2012 è stato direttore dell'ufficio stile uomo di Valentino  e in precedenza, dal 2006 al 2009, ha rivestito il ruolo di senior designer della divisione sartoriale di Ermenegildo Zegna.

 

Da Ackermann, arruolato dal ceo di Berluti Antoine Arnault dopo il divorzio da Alessandro Sartori (tornato in Ermenegildo Zegna), i vertici del gruppo pare si aspettino un cambio di rotta, in modo da conferire al brand, il cui core business sono le calzature di alta gamma, un'anima più casual-oriented.

 

Formatosi alla Royal Academy of Fine Arts di Anversa, il designer di origini colombiane è relativamente nuovo al mondo del menswear, visto che ha debuttato in questo ambito nel 2010 come special guest a Pitti Uomo e ha presentato la sua prima collezione maschile nel giugno 2013.

 

stats