ipotesi

Azzedine Alaïa su Slimane: «Più che per Dior, io lo vedo perfetto per Chanel»

Dopo la notizia che sarà Anthony Vaccarello a guidare lo stile di Saint Laurent, i riflettori tornano a concentrarsi sull'ex direttore creativo, Hedi Slimane (nella foto). In molti scommettono su un suo ritorno in Dior, ma il collega Azzedine Alaïa lancia un'ipotesi diversa: Chanel.

 

Come riporta vogue.co.uk, Alaïa sarebbe «sorpreso» di fronte a un comeback dello stilista (sotto la cui egida Saint Laurent ha portato il fatturato da 353 milioni di euro nel 2011 a 707 milioni nel 2014) nella maison Dior, dove ha militato dal Duemila al 2007, occupandosi dell'uomo.

 

«Piuttosto, non troverei nulla di strano - precisa - se optasse per Chanel, essendo amico di Karl Lagerfeld (83 anni il prossimo settembre, ndr)». Marchio con un dna femminile, Chanel secondo Alaïa potrebbe approfittare di Slimane per sviluppare una parte menswear, per poi estendere il suo raggio d'azione al ready-to-wear e finire per seguire il brand nella sua interezza.

 

Se così fosse, tornerebbero alla ribalta altre ipotesi per quanto riguarda la poltrona lasciata vuota da Raf Simons in Dior: il tuttora disoccupato Alber Elbaz, ex Lanvin, oppure l'italiano Massimiliano Giornetti, che da poco lasciato Salvatore Ferragamo.

 

 

stats