ipotesi

Nel futuro di Ferraris potrebbe esserci Burberry

Sembra che Gian Giacomo Ferraris (nella foto), a.d. dimissionario di Versace, non resterà disoccupato a lungo: secondo indiscrezioni, la sua prossima destinazione potrebbe essere Burberry, dove affiancherebbe Christopher Bailey, attualmente direttore creativo e ceo.

 

Ferraris, che presso la maison della Medusa ha portato a un raddoppio del fatturato in cinque anni (con un balzo da 268 a 645 milioni di euro), sarebbe dunque pronto a volare a Londra, come ipotizza MFFashion.

 

In occasione della pubblicazione del bilancio annuale di Burberry, con ricavi scesi dell'1% a quota 2,515 miliardi di sterline (3,21 miliardi di euro), Christopher Bailey ha annunciato «cambiamenti necessari per la crescita futura», oltre a un taglio di costi pari a 100 milioni di sterline.

 

Cura dimagrante, quindi, ma forse anche investimenti: il manager italiano potrebbe essere la carta da giocare per superare la fase di trasformazione che l'iconico brand britannico, fondato nel 1856 da Thomas Burberry, sta attraversando.

 

Del resto, già a inizio maggio il Financial Times parlava di una presunta "stanchezza" di Bailey, troppo sotto pressione in seguito al doppio incarico e forse in procinto di accettare al proprio fianco qualcuno che avesse «buona comprensione del business» e che sapesse esattamente «dove portare la società».

 

stats