La partnership con Damac partirà da Dubai

Cavalli: mezzo miliardo per cinque hotel di lusso

La Roberto Cavalli accelera nel ricco business degli alberghi di super lusso e sceglie come partner il tycoon arabo Hussain Sajwani, presidente e fondatore di Damac Properties, incluso nella classifica dei super miliardari globali stillata da Forbes.

L'accordo è stato presentato in contemporanea oggi, 1 ottobre, a Milano e Dubai, e si basa su un investimento superiore a mezzo miliardo di dollari per la costruzione di cinque hotel di lusso nei prossimi 10 anni.

Tempo previsto per il primo opening, cinque anni. «Il cantiere è già operativo e la posa della prima pietra è prevista per il 2019», fa il punto Sajwani, volato in Italia per presentare il progetto.

Gli alberghi sorgeranno nelle città più esclusive del mondo: prima tappa Dubai, dove sarà realizzato un albergo cinque stelle con 220 camere, arredato con l'interior design firmato Roberto Cavalli. La struttura, che si chiamerà Aykon hotel, si troverà all'interno del caratteristico Al Sofouh, all'interno della Dubai Marina, con vista su The Palm.

«Roberto Cavalli unisce il mondo della moda, dell'interior design e dello stile di vita, abbinando le espressioni più eleganti del lusso con il glamour e il miglior gusto italiano con l'artigianato innovativo, le emozioni e le energie mediterranee, ricche di joie di vivre», ha dichiarato Gian Giacomo Ferraris, ceo di  Roberto Cavalli. «Non vediamo l'ora di lavorare al primo hotel a marchio Roberto Cavalli insieme al pioniere immobiliare dietro Damac properties'», ha aggiunto il manager.

Per l'azienda, che non è nuova a investimenti nel real estate e che con Damac ha già all'attivo un accordo per realizzare gli interni delle ville Just Cavalli, questo deal porterà a un rafforzamento del business legato al settore home design, che vale circa l'8% dell'attività retail diretta.

an.bi.
stats