L’azienda target fattura 13 milioni

Aifi/Private equity: ripresa degli investimenti nella moda

Il mercato italiano del private equity e del venture capital risente dell’incertezza politica ed economica europea, ma c’è un recupero nel fashion.

In base ai dati forniti ieri da Aifi-Associazione Italiana del Private Equity, Venture Capital e Private Debt (nella foto, il presidente Innocenzo Cipolletta) in collaborazione con con PwC, fra gennaio e giugno 2019 ben 12 operazioni hanno interessato moda e lusso, contro i quattro deal realizzati nel primo semestre 2018 (17 in tutto il 2018). L’ammontare investito nel settore ha totalizzato 236 milioni di euro, dai 60 di un anno prima.

Mediamente si tratta di operazioni dal valore di 20 milioni di euro. Nel mirino del private equity e venture capital soprattutto fashion company dal fatturato medio di 13 milioni di euro, con 33 dipendenti, presenti prevalentemente in Lombardia.

Sulla base delle recenti operazioni (tra queste l'acquisizione della maggioranza di Trussardi da parte di Quattro R), la quota del settore moda e lusso sul totale è passata dal 2,1% al 9,4%, in base all’ammontare ed è salita dal 2,7% al 7,2% a livello di numero di operazioni. 

Complessivamente, nella prima metà dell’anno la raccolta indipendente sul mercato private equity e venture capital è stata pari a 410 milioni di euro, in flessione del 75% rispetto agli 1,66 miliardi di euro del primo semestre 2018.

L’ammontare investito dalle società di private equity e venture capital è sceso del 12% a 2,5 miliardi di euro.

Il numero di operazioni è invece salito del 4%, a quota 166. Quelle di disinvestimento sono state 66, +12% rispetto alla prima metà del 2018.

e.f.
stats