l'azienda è valutata 2,8 miliardi di dollari

StockX: nuovo round di finanziamenti per 275 milioni di dollari

StockX ha chiuso un round di finanziamento di serie E di 275 milioni di dollari, che porta la valutazione dell’azienda a 2,8 miliardi di dollari.

La realtà con quartier generale a Detroit - leader nel settore della rivendita online di sneaker, abbigliamento, accessori e oggetti da collezione - utilizzerà questa iniezione di capitale per accelerare l’espansione globale, l’innovazione di prodotto e la diversificazione delle categorie merceologiche sulla propria piattaforma.

Nel terzo trimestre fiscale StockX non solo ha raggiunto il pareggio di bilancio, ma ha anche superato i 3 miliardi di dollari di valore lordo della merce (Gmv) venduta.

Se si considera l'intero anno, i ricavi hanno visto un'accelerazione che si è accentuata nel terzo quarter, con un +75% e un valore di oltre 100 milioni di dollari.

Guidata da Tiger Global Management, LLC e con la nuova partecipazione di Altimeter Capital, Sands Capital e Whale Rock Capital Management, la nuova raccolta di capitale porta i fondi totali immagazzinati da StockX a 490 milioni di dollari.

«I nuovi investitori - si legge in un comunicato - hanno una approfondita esperienza nei settori della tecnologia e dell’e-commerce, avendo investito in marchi del calibro di Amazon, Netflix, Salesforce, Shopify, Spotify e Uber. Si uniscono, tra gli altri, a player Battery Ventures, Dst Global, Detroit Venture Partners, Galaxy Interactive, Ggv Capital, Gv, General Atlantic e Marcy Venture Partners (co-fondata da Shawn “Jay-Z” Carter)».

«Siamo di fronte a un chiaro segnale che il mercato riconosce che esiste un’incredibile opportunità nell'e-commerce di "prodotti culturali" - commenta Scott Cutler, ceo di StockX (nella foto) -. Prodotti per i quali noi siamo i più preparati a soddisfare le richieste del consumatore finale».

Tornando alla trimestrale di StockX, nel periodo la società è arrivata a contare 13 milioni di transazioni, registrando una media di 25 milioni di visitatori globali al mese. Le operazioni al di fuori degli Usa sono progredite del 260% rispetto al terzo quarter del 2019. Attualmente l'e-tailer vende in più di 200 nazioni.

Come precisa Griffin Schroeder, partner di Tiger Global, uno dei punti di forza di StockX, in un momento in cui l'online è in forte crescita, è la capacità di innovare un modello tecnologicamente avanzato, unita all'autenticità degli articoli venduti e alla trasparenza a livello di prezzi. 

A novembre l'azienda guidata da Scott Cutler ha avviato centri di autenticazione a Hong Kong e Toronto, cui se ne è aggiunto uno a Portland, nell'Oregon. Ormai gli Authentication Centre sono sparsi un po' in tutto il mondo.

Una delle scommesse sul piatto sarà quella della diversificazione merceologica. Partita con le sneaker, che ne hanno decretato il successo, la piattaforma si è progressivamente estesa a capi di abbigliamento, accessori, chicche per collezionisti e, recentemente, proposte di elettronica: una sezione che ha visto un vero boom, diventando la seconda per grandezza su StockX, con più di una console di gioco venduta al minuto durante il Cyber Weekend. A trainare gli acquisti sono state la Xbox Serie X e la Playstation 5. In totale, il catalogo include più di 115mila articoli diversi.

Non male per un player fondato appena quattro anni fa da Dan Gilbert, Josh Luber e Greg Schwartz, che oggi impiega un migliaio di persone in oltre 10 sedi.
a.b.
stats