elkann: «Le voci devono smettere»

Exor ha 9 miliardi da investire, ma Armani non è in programma

Al recente investor day di Exor, il presidente e ceo John Elkann ha messo uno stop alle ripetute speculazioni sul possibile ingresso della holding nel capitale del Gruppo Armani.

Come riporta repubblica.it (sito controllato da Exor attraverso il gruppo Gedi), Elkann ha sottolineato il suo «ottimo rapporto personale e professionale» con Giorgio Armani, definendolo uno dei grandi imprenditori italiani. Anche per questo ha voluto precisare: «È importante che le voci smettano, perché rappresentano una mancanza di rispetto verso un’azienda come Armani, che semplicemente non è in vendita».

La moda resta comunque uno degli ambiti di interesse della holding olandese della famiglia Agnelli. Nel 2022 Exor avrà a disposizione una cifra di 9 miliardi di euro e uno dei settori di interesse è il lusso, come hanno dimostrato l’acquisizione del marchio franco-cinese Shang Xia e l’ingresso in Louboutin. Attraverso Nuo, newco costituita in giugno con il family office di Hong Kong Wwicl-The World Wide Investment Comapny Limited, è recentemente entrata nel capitale del marchio di skiwear Montura insieme a Herno.

Come emerso dall’incontro con gli investitori, Exor si focalizzerà anche sulla tecnologia e, new entry, l’healthcare.

e.f.
stats