L'IMPRENDITORE ANNUNCIA UN RICORSO

Tomat sul fallimento di Futura 5670: «Lotto non è a rischio»

Dopo che il Tribunale di Treviso ha dichiarato il fallimento di Futura 5670, società che controlla Lotto Sport Italia, il patron Andrea Tomat (nella foto) ha rassicurato sul futuro del marchio Lotto, «le cui attività e i cui dipendenti non subiranno ripercussioni».

Tomat ha definito la sentenza «totalmente infondata, errata e ingiusta, sia per quanto riguarda i presupposti su cui si basa, sia per le conclusioni sbalorditive a cui giunge».

L'imprenditore ha annunciato di aver mobilitato i suoi legali per il ricorso in appello, «perché è mia ferma intenzione tutelarmi in tutte le sedi, nella convinzione che si porrà rimedio al grave errore a cui si è giunti oggi».

Come si legge sui media, la richiesta di fallimento è stata inoltrata da Gianni Lorenzato, ex socio e vicepresidente e nasce da un contenzioso legale con Tomat a proposito di un credito di 3,5 milioni di euro. Lorenzato ha ottenuto dal tribunale civile una sentenza esecutiva di primo grado, appellata dal numero uno di Lotto, in base alla quale ha già ricevuto un milione di euro.

I creditori di Futura 5670 avranno 30 giorni per presentare la domanda di insinuazione e il 29 gennaio si prevede l'esame dello stato passivo davanti al giudice delegato.

Questa holding controlla direttamente il 26,59% di Lotto e il 70% di NextB, altra finanziaria controllante del 46,72% di Lotto Sport Italia. Entrambe fanno riferimento, oltre a Tomat, allo storico partner Adriano Sartor.

A cura della redazione
stats