Lo shapewear piace a fondi e celeb

Blackstone diventa il maggiore socio di Spanx

Blackstone, una delle maggiori società di investimenti al mondo, scommette sull’intimo modellante. Recentemente ha infatti annunciato di avere rilevato la maggioranza di Spanx, marchio americano fondato nel 2000 da Sara Blakely (nella foto), che nell’operazione è stato valutato circa 1,2 miliardi di dollari.

La Blakely, che pare abbia creato il business partendo da un capitale di 5mila dollari, manterrà una quota significativa della società e resterà ai vertici con la carica di executive chairwoman. L’intenzione, con Blackstone, sarebbe quella di creare un board tutto al femminile.

Blackstone ha in programma di supportare Spanx nella trasformazione digitale e nel rafforzamento del business delle vendite online, nell’espansione all’estero e nell’innovazione di prodotto.

In base alle stime di Allied Market Research, il mercato dello shapewear e dei capi contenitivi dovrebbe arrivare a valere 7 miliardi di dollari nel 2030, ipotizzando un tasso di crescita composto annuo (cagr) del 7,7% fra il 2021 e il 2030.

Anche Kim Kardashian West pare voglia ricalcare le orme di Blakely. Entrata nel settore nel 2019 con il marchio Skims è entrate nella lista dei miliardari di Forbes all’inizio dell’anno grazie anche a Skims: una fonte avrebbe detto al magazine che il marchio di intimo contenitivo vale 500 milioni di dollari, mentre stando al New York Times il valore di Skims sarebbe già di 1,6 miliardi.

e.f.
stats