La proprietà di Saks possibile partner

Per Barneys si prospetta un accordo con Authentic Brands Group

L'americano Authentic Brands Group sarebbe interessato a Barneys, in partnership con Hudson’s Bay Company.

Il Wall Street Journal parla di un deal da 270 milioni di dollari per risollevare le sorti dei department store di lusso americani.

Nei giorni scorsi era invece spuntata l’ipotesi di un’offerta da 220 milioni da parte di un pool di investitori, capitanato da Sam Ben-Avraham.

Authentic Brands Group (Abg) è una brand management company con sede a New York, che ha in portafoglio marchi come Juicy Couture, Nine West, Nautica e Volcom (acquistato in aprile da Kering). Dallo scorso agosto è controllata dai fondi BlackRock.

Secondo wwd.com, il piano di Abg sarebbe quello di acquistare tutti o parte degli asset di Barneys e di concedere il nome in licenza.

La canadese Hudson’s Bay Company (Hbc) - già proprietaria di Saks Fifth Avenue e Lord & Taylor, oltre che dell’insegna Hudson’s Bay - non sarebbe interessata a un investimento diretto nel retailer sull’orlo della bancarotta.

Tra le varie ipotesi che circolano da ieri sul web c’è quella che Hbc si aggiudichi la licenza del marchio, per aprire dei department store Barneys nei negozi Saks Fifth Avenue, e che prenda in gestione l’e-commerce barneys.com.

Pare ci sia inoltre l’intenzione di salvare i flagship Barneys di New York e Los Angeles, ma tutto dipende da come procederanno gli accordi con i proprietari degli immobili.

Abg starebbe già pensando di sfruttare il brand Barneys per etichettare una serie di prodotti premium, dal footwear all’athleisure, fino alle fragranze. Sarebbe inoltre pronto a coinvolgere partner esteri, inclusi Medio Oriente e Cina, per far sì che Barneys operi anche oltreconfine.

e.f.
stats