mapic

Baldan (Grandi Stazioni): «Nuova vita per le stazioni di Milano e Roma e opportunità per i retailer»»

È stato ceo di Rinascente per dieci anni: ora Alberto Baldan (nella foto) è a Mapic 2017 per raccontare la sua nuova avventura con Grandi Stazioni Retail, di cui è diventato amministratore delegato.

 

Il primo obiettivo, come anticipa, è avviare il progetto di riqualificazione degli spazi circostanti alla Stazione Centrale di Milano, per trasformare una zona in stato di parziale abbandono in un distretto commerciale e non solo.

 

«I lavori nel capoluogo lombardo partiranno l’anno prossimo - spiega -. Si tratta di un progetto complesso, che include piazza duca d’Aosta, piazza Luigi di Savoia e gli edifici di Ferrante Aporti. Ci saranno negozi, ristoranti e parcheggi, perché il nostro obiettivo è quello di servire al meglio le persone, e sono davvero tante, che transitano dalla stazione ogni giorno».

 

Oltre a Milano, presto Grandi Stazioni Retail ha intenzione di mettere mano anche alla Stazione Termini di Roma , in questo caso concentrandosi maggiormente sugli spazi interni, che saranno ottimizzati.

 

«Le aziende - assicura Baldan senza però fare nomi - sono molto interessate a questi progetti di riqualificazione, anche perché il nostro network può contare su numeri unici, ossia 750 milioni di persone l’anno». «Ai retailer - conclude - offriamo nuove opportunità di business, in location strategiche per posizione e flussi».

 

Grandi Stazioni Retail, la cui proprietà fa capo al consorzio formato da Antin Infrastructure Partners, Icamap e Borletti Group, è la società nata nel luglio 2016 per la valorizzazione commerciale delle 14 più grandi stazioni ferroviarie italiane: Bari Centrale, Bologna Centrale, Firenze Santa Maria Novella, Genova Porta Principe, Genova Brignole, Milano Centrale, Napoli Centrale, Palermo Centrale, Torino Porta Nuova, Roma Termini, Roma TiburtinaVenezia Mestre, Venezia Santa Lucia, Verona Porta Nuova.

 

 

stats