Mentre Calvin Klein ristruttura

Gruppo Pvh: gli analisti temono pressioni sui margini

Pvh, il gruppo americano che controlla Tommy Hilfiger e Calvin Klein, accusa il primo downgrade in otto anni dagli analisti di Cowen.

Il giudizio sulle azioni della società, che di recente ha annunciato un piano di ristrutturazione per Calvin Klein (nella foto, la sfilata di New York per la primavra-estate 2019), è passato da “outperform” (farà meglio del mercato) a “market perform” (performerà in linea con il mercato).

La revisione al ribasso del giudizio è costato un -4,66% dei titoli, nella seduta di ieri a Wall Street e la discesa prosegue anche oggi. Poco prima delle 18 italiane la performance è -1% a 103,79 dollari per azione, mentre l'indice S&P 500 segna un -0,22%.

Gli analisti di Cowen hanno motivato il giudizio con le difficoltà di Pvh a competere con altri pleyer del settore dell’abbigliamento, un canale wholesale sfidante in Nord America e «venti contrari» sul fronte supply chain.

Gli esperti prospettano numeri deludenti a livello di top line e di margini, dal momento che Calvin Klein inizia un periodo di ristrutturazione. Inoltre ipotizzano pressioni sugli utili adjusted.

In 12 mesi le azioni Pvh hanno perso il 30% del proprio valore, mentre l’indice S&P 500 è sceso del 7% nel periodo.

e.f.
stats