Mentre il felino accelera in Borsa

Kering: successo per il bond convertibile in azioni Puma

Per alleggerire il suo pacchetto di azioni Puma, Kering ha emesso un bond convertibile. Un'operazione di succeso, come sottolinea in una nota il gruppo che controlla Gucci, Yves Saint Laurent e Balenciaga: «Per la forte domanda il valore nominale è stato alzato da 500 a 550 milioni di euro».

La scadenza delle obbligazioni è nel 2022 e le azioni rappresentano una quota tra il 3,5% e il 3,7% del capitale di Puma.

L'operazione avviene mentre il marchio dello sportswear sta correndo parecchio in Borsa: alle fine del 2018 veniva scambiato intorno ai 40 euro per azione mentre attualmente sfiora i 70 euro.

Kering ha in portafoglio il 15,7% del gruppo tedesco, dopo la decisione, nel maggio 2018, di distribuire il resto del suo pacchetto di controllo ai soci, per focalizzarsi sui marchi del lusso.

La famiglia Pinault che ha fondato e controlla Kering detiene altre azioni Puma attraverso la holding Artemis. Con quasi il 29% del capitale di fatto e il maggiore azionista singolo.

e.f.
stats